Tutto quello che devi sapere sul metodo BRRRR che rende milionario chi compra e affitta casa negli USA

Si sa, il mercato immobiliare americano offre a chi desidera investire per poi rivendere o, ancora meglio, affittare numerose prospettive in più rispetto a quello italiano, che come sappiamo è arenato, difficoltoso e poco redditizio. Tuttavia, anche in America non sempre è sufficiente investire il proprio capitale in immobili e affittare per assicurarsi una buona rendita passiva, ma c’è bisogno di mettere in atto alcune strategie profittevoli e lungimiranti, come ad esempio il metodo BRRRR.

Questo “miracoloso” (c’è ben poco di miracoloso quando si parla di numeri e strategie economiche, ma senza dubbio i profitti che questo metodo può generare fanno gridare al miracolo!) metodo è ovviamente già ben noto e rodato nel territorio statunitense, ma per gli investitori italiani ancora è una novità.

Facciamo un po’ di chiarezza.

Che cosa è il metodo BRRRR?

BRRRR è un acronimo, che sta per ​BUY (comprare), ​REHAB (ristrutturare), ​RENT (affittare), ​REFINANCE (rifinanziare) e ​REPEAT (ripetere). Questa particolare strategia è stata teorizzata dal noto e talentuoso imprenditore immobiliare Brandon Turner. Approfondiamo insieme le singole voci, per capirne un po’ di più.

  • BUY: ​con l’acquisto dell’immobile negli USA, ha inizio la nostra strategia. Sappiamo bene quanto in Italia possa essere estenuante, costoso e macchinoso l’acquisto di una casa e, soprattutto, la richiesta di un finanziamento vantaggioso e adeguato. In America il processo è di gran lunga più snello, rapido ed economico. Inoltre, il prezzo medio degli immobili è nettamente inferiore rispetto agli standard italiani e in questo periodo il COVID-19 ha abbassato ulteriormente i prezzi di vendita: è davvero facile imbattersi in opportunità d’investimento da non lasciarsi scappare.
  • REHAB: ​questa casa andrà poi ristrutturata. Anche qui, la differenza con il nostro Paese è ben evidente: conosciamo molto bene i costi e i tempi spropositati di ristrutturazione in Italia. Negli USA le case, anche quelle più raffinate e strutturate, sono per la maggior parte fatte di cartongesso o comunque di materiali leggeri e facili da abbattere e ricostruire. Spesso poi le pareti sono decorate con carta da parati facile da sostituire e i pavimenti sono composti di pannelli che richiedono una posatura molto rapida: insomma, sistemare da capo a piedi una casa in America è un lavoro che può essere svolto in poco tempo e, soprattutto, con uno sforzo economico non eccessivo.
  • RENT: ​con l’affitto dell’immobile acquistato e ristrutturato entriamo nel vivo della strategia e si iniziano davvero a notare le differenze con l’Italia. In America vivere in affitto è la normalità e si ha poco da discutere sulle tariffe di locazione richieste dai proprietari: una casa da 140/150mila dollari viene normalmente affittata a minimo 2.000/2.500 dollari e anche più. In Italia un immobile dello stesso valore viene difficilmente affittato a più di 500 euro. Non parliamo poi delle tasse: se in America l’imposizione totale netta difficilmente supera il 15%, in Italia non è quasi mai sotto il 21%. Tutto questo rende il ROI, cioè il ritorno d’investimento, nettamente migliore in America (sul 25%) e ridicolmente basso in Italia (sul 5%).
  • REFINANCE: ​qui possiamo davvero apprezzare la fluidità del sistema finanziario statunitense e la sua propensione a sostenere gli investitori. Se in Italia banche e investitori immobiliari non vanno molto d’accordo, in America il sodalizio esiste ed è profittevole per entrambi, visto che la rendita economica generata dagli affitti viene considerata un’ottima garanzia per concedere un rifinanziamento. Il proprietario dopo qualche mese di affitto potrà richiedere una nuova perizia della casa, forte del fatto di essere ora in possesso di un immobile che ha più valore di quanto ne avesse all’inizio, e ottenere liquidità rifinanziando il 70/80% di questo nuovo valore. Con la liquidità va a coprire il precedente anticipo per la casa e le altre spese accessorie effettuate. Insomma, è come se la casa si fosse pagata da sola! Facciamo un esempio pratico per capirci meglio: immagina di comprare un immobile a 70mila dollari e di ristrutturarlo con 40mila dollari, spendendo così 110mila dollari di investimento iniziale. Dopo la ristrutturazione, l’immobile arriva a valere circa 170mila dollari, che andiamo a rifinanziare all’80%, per un valore quindi di 136mila dollari: con il capitale del rifinanziamento puoi fare un altro investimento.
  • REPEAT: ​con questa liquidità e la propensione delle banche americane nel considerare le rendite provenienti dagli affitti una garanzia più che sufficiente per concedere nuovi finanziamenti, sarà possibile ripetere questo metodo tutte le volte che vogliamo. E il bello del metodo BRRRR risiede proprio nella sua scalabilità pressoché infinita, che permette ai proprietari immobiliari di generare davvero milioni e milioni di dollari.

Metodo BRRRR investire nel Real estate americano e diventare milionari

Farlo con un business partner interno al territorio americano è ancora meglio

Se sei arrivato a leggere fino a qui, avrai ormai capito quali sono i principali vantaggi del metodo BRRRR negli USA e se avevi nel cassetto l’idea di investire parte del tuo capitale in un progetto immobiliare in America probabilmente non vedi l’ora di mettere in pratica questa ottima strategia, ma lascia che io ti sveli un segreto che davvero può fare la differenza: operare con un business partner in un territorio straniero è sempre la scelta migliore.

Perché? Perché i business partner non offrono solo semplici consulenze, ma hanno una conoscenza diretta del settore, del territorio, sono in contatto con tutte le figure interne che possono concretizzare il processo di acquisto, affitto, ristrutturazione e rifinanziamento e hanno tutto l’interesse di farti guadagnare al massimo, perché più tu guadagni, più guadagnano anche loro. Hanno i tuoi stessi interessi: cercheranno quindi di farti acquistare immobili a prezzi vantaggiosi, di massimizzare il tuo ROI e di contenere ogni costo.

Noi della JC Group Holding Corp. operiamo esattamente in questo senso: ti offriamo una strategia win win, diventiamo i tuoi business partner di fiducia e ci occupiamo di rendere la strategia BRRRR il più redditizia ed efficace possibile. Come? È presto detto. La nostra esperienza nel mercato immobiliare degli Stati Uniti è iniziata nel 2006, quindi abbiamo a disposizione competenze più che decennali sul campo, vantiamo una vasta rete di contatti e possiamo garantirti vantaggi che da solo non raggiungeresti mai. A partire proprio dall’acquisto, considerando che siamo soliti acquistare immobili off the market, direttamente dalle banche o tramite le dritte dei migliori esperti di real estate del luogo, quindi rigorosamente a prezzi inferiori rispetto al libero mercato anche del 30-40% e in esclusiva.

Possiamo poi mettere a tua disposizione 4 società di costruzione interne, quindi affidabili ed economicamente vantaggiose, per abbattere al massimo i costi di ristrutturazione dell’immobile: ricorda, noi siamo business partner e abbiamo tutti gli interessi per ridurre le spese, sempre, perché se tu spendi, spendiamo anche noi. Anche in caso di successivi danni o guasti alla casa o all’arredo: i nostri handyman (operai tuttofare) sono disponibili 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana e potranno verificare di persona l’effettiva entità delle riparazioni necessarie ed evitare spese inutili e costose.

Dopo anni di esperienza e perfezionamento, garantiamo immobili mai sfitti, ma sempre occupati e profittevoli. Ricordi l’esempio che ti facevo prima sulla casa di 150mila euro affittata a massimo 500 euro in Italia? Ecco, noi con un investimento di 150mila dollari possiamo garantirti un duplex e una single family home da cui ottenere in totale, al mese, circa 2.350 dollari, che sono 28mila dollari all’anno: un ROI superiore al 20%. Non solo: chi investe negli Stati Uniti sa bene che le spese di gestione dell’immobile ammontano a circa il 10% dell’affitto. Inoltre, l’agente immobiliare che troverà per te l’affittuario andrà a percepire una quota annuale pari ad una mensilità. Quindi, se affitti un immobile a 1500$ al mese, ogni anno dovrai pagare circa 1800$ di gestione e altri 1500$ al realtor. La JC Group Holding Corp. ha sviluppato un progetto di investimento in partnership in cui siamo noi, e non tu come investitore, a farci completamente carico di questi costi.

Condividi questo articolo sui social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Share on whatsapp

Compila il form e scarica la brochure del progetto JCGREI 2.0

Iscriviti alla newsletter!

Riceverai novità sul progetto, nuove opportunità per te e aggiornamenti sugli articoli pubblicati  affinché tu possa formarti ed informarti sul Real Estate USA e non solo. Sarà nostro impegno farti ricevere periodicamente anche delle guide in pdf!